La convenienza del Tasso Variabile con Cap

Aggiornamento: 20 ago



In questo articolo ti illustro il tasso variabile con Cap, prodotto molto competitivo e conveniente in un periodo storico così delicato come quello odierno (leggi qui articolo inerente).

Il mutuo con cap è un mutuo a tasso variabile con un tetto massimo : significa che, in caso di aumento eccessivo dei tassi di interesse, questo tasso permette di congelare la rata, trasformando il tasso da variabile in fisso, proteggendo il cliente da oscillazioni estreme del mercato. Il tasso variabile con Cap è una sorta di tasso "ibrido", in fase iniziale molto basso, visto che l'indice Euribor è ai minimi storici (al contrario dell'Irs in rialzo costante da febbraio 2021), con la possibilità di conoscere in anticipo a quanto potrebbe aumentare la rata massima per il pagamento del mutuo, stabilendo così un limite massimo oltre il quale il tasso non potrà andare.

Anche se, quindi, la somma di Euribor e spread bancario dovesse mai arrivare a superare il cap stabilito (poniamo, arrivando al 4% con cap stabilito al 3%), il nostro mutuo non avrà mai un tasso superiore al cap (nel nostro esempio, il 3%).



 


109 visualizzazioni

Post correlati

Mostra tutti