Guerra in Ucraina, cosa cambia per chi compra casa?


L'attacco da parte della Russia alla popolazione ucraina con le conseguenti ed ovvie sanzioni alla super potenza di Putin avranno sicuramente ripercussioni economiche molto importanti per l'Italia e per l'Europa.


Ma per rimanere nello specifico del settore creditizio: Cosa accadrà al settore immobiliare e finanziario?

Secondo gli esperti le conseguenze di quanto sta accadendo saranno inferiori rispetto a molti altri settori che probabilmente attraverseranno un periodo di crisi immediato, come quello energivoro ma anche quello del food o del turismo.

Il prevedibilissimo aumento dell’inflazione potrebbe indurre gli italiani a fare scelte più prudenti, che a loro volta potrebbero ripercuotersi nel settore immobiliare. Però, chi dispone di medie/grosse somme, potrebbe invece optare per la scelta opposta: decidere cioè di investire in un bene rifugio evitando la troppa liquidità o investimenti più rischiosi e più volubili.

Se da un lato il settore immobiliare potrebbe vivere un periodo d'oro dovuto alle esigenze di stabilità degli italiani, dall'altro ci sarà (anzi è già in essere) l'aumento dei tassi dei mutui.


Come sempre l'ideale è il tempismo (leggi qui l'articolo): appena si trova la casa giusta per evitare anche di incorrere nell'innalzamento dei prezzi dovuto al fenomeno inflattivo, contattarmi per trovare la soluzione di mutuo migliore in assoluto. Affidandoti a me avrai la vista simile a quella di un'aquila: vedere contemporaneamente le condizioni creditizie di tutte le banche (tassi-rata-polizze-tasse) e scegliere quella giusta!

Secondo statistiche immobiliari potrebbe quindi nel breve- medio termine calare la domanda sul nuovo in favore di un usato più economico soprattutto se quest’ultimo è stato oggetto di ristrutturazione in chiave energetica e sismica grazie al Superbonus.

Sul fronte tasso, le banche in coda all'innalzamento dell'indice IRSS (clicca qui per vederne l'andamento), vedono un rialzo del tasso fisso ( e di conseguenza del variabile con cap) mentre il tasso variabile risulta ancora ampiamente vantaggioso, soprattutto per i soggetti under '36 (leggi qui come accedere al mutuo giovani).




73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti